Antifurto esterno con Rivelatori di Movimento a Scansione Laser
Blog SEI Sicurezza fiera casa su misura 2016
Fiera Casa Su Misura 2016
31 Agosto 2016
Blog SEI Sicurezza detrazioni e bonus fiscale 2017 sui sistemi di sicurezza
Detrazioni e bonus fiscali 2017
12 Gennaio 2017

Il mercato dell’antintrusione è come sempre in continua evoluzione: da un lato perché spinto dalla necessità di scalzare le bande criminali che, molto attente alle tecnologie moderne, mettono in atto stratagemmi per bypassare gli impianti antintrusione (soprattutto quelli di vecchio stampo), dall’altro per agevolare la clientela della sicurezza che richiede migliori prestazioni a fronte di semplicità installative possibilmente declinabili in diversi ambiti di applicazione.

Ecco che i rilevatori di movimento chiamati “a scanner laser” rientrano proprio in questa fascia di prodotto: a nostro avviso rappresentano un’evoluzione degna di nota nel mercato dell’antifurto da esterno.

Ci autoproclamiamo professionisti della sicurezza per i nostri certificati e attestati, per la nostra esperienza e per la storicità, quasi fossero delle medaglie al valore, ma siamo semplicemente delle persone che cercano di fare bene il proprio lavoro e trattandosi di sicurezza sentiamo grande la responsabilità che ci viene data.

L’antifurto da esterno ha sempre rappresentato uno scoglio per noi, che cerchiamo di proporre quello che è meglio in termini di sicurezze e affidabilità. Tante volte abbiamo dovuto scontrarci con l’acquirente “informato” che pensando di aver letto qualche informazione in internet si definisce esperto e scaltro. Troppo spesso ci è stato chiesto un antifurto da esterno come unico sistema di sicurezza, convinti che una volta protetto il perimetro niente e nessuno potesse intromettersi nella sicurezza di casa o dell’azienda.

Anche questa volta ribadiamo il concetto che un antifurto da esterno deve essere assolutamente abbinato ad un antifurto da interno (perimetrale e volumetrico) per definirsi uno strumenti di sicurezza.

Tornando al nostro antifurto per esterni con rivelatore di movimento a scansione laser di seguito vi proponiamo i punti che riteniamo di forza e che rappresentano un cambiamento rispetto al classico antifurto da esterno a microonda o a infrarossi.

COME FUNZIONA: Innanzitutto la tecnologia si basa su un sistema di raggi laser che misurano il tempo impiegato dal raggio per colpire l’oggetto e tornare indietro tramite la luce riflessa. Nel momento in cui si interrompe il raggio laser o vengono modificate le segnalazioni di risposta, il sistema antintrusione va in allarme.  Il sensore in definitiva monitora i soggetti in movimento tramite un algoritmo che analizza rapidamente la reazione del fascio laser in tempi rapidi potendo stabilire dimensione e velocità dell’oggetto in movimento e la distanza di quest’ultimo dal rilevatore stesso.

VANTAGGI – COSA C’E’ DI NUOVO

  • I dispositivi laser di ultima generazione sono dei veri e propri rivelatori dotati di analisi intelligente, in quanto possono analizzare la scena potendo distinguere oggetti in movimento e rilevare alterazioni ambientali.
  • Grazie a questa flessibilità e intelligenza è possibile programmarli per avere rilevazioni differenti per esempio dal giorno alla notte attivando alcune zone anziché altre.
  • Collegando i rilevatori in rete e monitorandoli da remoto si possono ottenere informazioni dettagliate su tutti gli eventi che stanno accadendo nell’area sorvegliata dal laser.
  • La flessibilità installativa risiede nella possibilità utilizzare il rilevatore in orizzontale o in verticale a seconda delle condizioni del sito da proteggere: verticalmente si raggiungono i 60 m di larghezza e 15 m di altezza (effetto tenda ristretto), orizzontalmente si crea un raggio di azione di 30 mt con una angolazione di circa 190°.
  • La copertura così vasta permette un risparmio nei costi (prima era necessario installare più rilevatori a infrarosso o a microonde per proteggere siti così vasti) e una maggior semplicità nell’installazione.
  • Tramite le connessioni IP se vi è collegato un sistema di videosorveglianza è possibile comandare in automatico lo spostamento delle speed dome verso l’area dove è stato generato l’allarme potendo controllare in tempo reale la zona oggetto di analisi.

Sperando di aver fatto cosa gradita informandovi di queste novità, rimaniamo a disposizione per ogni informazione in merito.

LASER SCANNER – MONTAGGIO ORIZZONTALE

LASER SCANNER – MONTAGGIO VERTICALE

Facebooktwitterlinkedinmail
Riccardo
Riccardo
Amministratore azienda INTEGRA SEI s.a.s. Responsabile tecnico-commerciale settore Videosorveglianza e Antintrusione. Responsabile tecnico-commerciale sviluppo nuovi prodotti. Responsabile innovazione prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi