Videosorveglianza

Tutto sotto controllo

Pionieri nella proposta di impianti di videosorveglianza a circuito chiuso (TVCC), S.E.I. Sistemi di Sicurezza e INTEGRA SEI lavorano segmentando la propria offerta a seconda delle specifiche richieste.
A partire dal sistema di videosorveglianza per privato con possibilità di telecontrollo dal proprio dispositivo cellulare, al sistema più evoluto di Videosorveglianza IP nel caso dell’azienda o della Pubblica Amministrazione che abbiano la necessità di supervisionare l’ambiente sia interno che esterno.

Ci sono diversi tipi di impianti di video controllo che variano a seconda del prodotto utilizzato e della destinazione d’uso.

Videosorveglianza Analogica
Il sistema di videosorveglianza analogico prevede una risoluzione standard (704×576 – 4cif) di tipo tradizionale. La connessione tra telecamere e videoregistratore avviene tramite dei cavi in rame che rendono il sistema robusto mentre la risoluzione non è ottimale. La visualizzazione delle immagini può avvenire in loco attraverso il monitor o da remoto attraverso una rete LAN.
Videorveglianza IP Mega Pixel
Ad oggi abbiamo la tendenza infatti a proporre i sistemi di videosorveglianza IP Mega Pixel che utilizzano infrastrutture di rete LAN che possono garantire risoluzioni almeno 4 volte superiori ai sistemi tradizionali permettendo il riconoscimento di dettagli o fisionomie con possibili analisi video di oggetti, cose o persone. Per questa tipologia di impianti diventa molto importante la progettazione e lo studio di fattibilità: lo spazio che le immagini occupano su hard disk è notevole, come lo è l’occupazione della banda. Se non preventivata in origine può portare infatti ad una saturazione della rete o ad un malservizio.
Videosorveglianza HDCVI – HDTVI – HD

Con queste definizioni si esprime il concetto dei nuovi sistemi di videosorveglianza in HD e FULL HD che permettono di trasmettere i segnali ad alta risoluzione utilizzando dei cavi di tipo RG normalmente utilizzati per i sistemi analogici.

È possibile “rottamare” i vecchi impianti analogici in bassa risoluzione per trasformarli in sistemi FULL HD senza dover sostituire il cavo.

I costi risultano inferiori ai sistemi basati su IP, ma ovviamente bisogna valutare la qualità della cavetteria già stesa.

Disponi di una connessione Internet?

Nella scelta di un sistema di videosorveglianza bisogna anche capire che se il cliente dispone di una connessione a Internet.
È possibile monitorare da remoto il proprio impianto attraverso smartphone o tablet (o direttamente dal pc del proprio ufficio).
Nel caso in cui non è disponibile una connessione a internet le immagini saranno comunque salvate all'interno del videoregistratore e potranno essere visionate in un secondo momento.
Esistono poi dei dispositivi (router UMTS) che utilizzando la rete cellulare con appositi dispositivi di connessione.


Vi consigliamo di diffidare da sistemi di storage e trasmission wireless perché la quantità di dati da trasmettere nel caso di impianti Mega Pixel è elevata e difficilmente la connessione wireless potrà essere efficiente con normali AP, in questi casi bisogna progettare il sistema con AP Wireless di tipo industriale e professionale.

Nel caso in cui la destinazione d’uso preveda necessità più particolareggiate con un aumento drastico nel numero di telecamere, è fondamentale che il sistema di videosorveglianza segua un progetto ben definito che rispecchi le richieste specifiche (necessità di controllare punti strategici) ma anche la conformazione dello stabile e le disposizioni in materia di tutela della Privacy.

Una progettazione accurata del sistema di videosorveglianza deve analizzare i supporti trasmissivi e le capacità di archiviazione dei sistemi di registrazione nonché la gestione della banda.

Siamo dei professionisti della sicurezza e siamo in grado di progettare, installare e manutenere impianti di videosorveglianza complessi.

Progetta con noi il tuo impianto di Videosorveglianza

I marchi installati