Bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie e impianti elettrici
SEI Sicurezza - Blog cassette di sicurezza automatizzate by Gunnebo
Cassette di sicurezza automatizzate
25 Ottobre 2021
Il Decreto Controlli e la figura del “tecnico manutentore qualificato” per la prevenzione incendi
4 Febbraio 2022

Bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie e impianti elettrici

Blog SEI Sicurezza proroga bonus fiscale del 50% sui sistemi di sicurezza

Il Bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie è stato prorogato grazie alla Legge di Bilancio 2022, con raddoppio da 78.000 a 96.000 euro dell’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare, nella misura del 50% per le spese sostenute fino al 31.12.2024.

Le condizioni per poter beneficiare del bonus rimangono invariate rispetto agli anni precedenti, operando quindi sotto forma di detrazione dell’IRPEF, ripartita in dieci quote annuali costanti, dell’importo pari alle spese sostenute per interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni negli edifici residenziali.

In base alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate le agevolazioni riguardano:

  • sostituzione dell’impianto elettrico o sua integrazione per messa a norma
  • casi specifici tra cui, nelle singole unità abitative:
  • Allarme / sistema antifurto (finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati)
  • Cablatura degli edifici
  • Citofoni, videocitofoni, telecamere
  • Risparmio energetico
  • Interruttore differenziale
  • Installazione di apparecchi di rilevazione gas
  • Installazione di sistemi di comunicazione, robotica e tecnologici più avanzati, per favorire la mobilità interna ed esterna per i disabili

Nelle parti condominiali:

  • Allarme
  • Interruttore differenziale

Le spese detraibili sono:

– le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse

– le spese per l’acquisto dei materiali

– il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti

– l’imposta sul valore aggiunto

Per usufruire della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie i dettami sono gli stessi degli anni precedenti (bonifico parlante con riferimento all’art. 16-bis del DPR 917/1986 o TUIR, indicazione nella dichiarazione dei redditi dei dati catastali dell’immobile, conservazione di ricevute e fatture).

Per informazioni più dettagliate e specifiche anche per la parte sul risparmio energetico, sulla cessione del credito, sull’elenco degli interventi soggetti a comunicazione all’ENEA, si rimanda alla Guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali” elaborata e aggiornata periodicamente dall’Agenzia delle Entrate, scaricabile al seguente link:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/agenzia/agenzia+comunica/prodotti+editoriali/guide+fiscali/agenzia+informa

Facebooktwitterlinkedinmail
Francesca Quaggia
Francesca Quaggia
Amministratrice, responsabile marketing e comunicazione, formazione e sicurezza sul lavoro, responsabile infrastruttura aziendale, coordinatrice strategia d’azienda, ricerca nuovi clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.