La figura del “tecnico manutentore qualificato” per la prevenzione incendi
Blog SEI Sicurezza proroga bonus fiscale del 50% sui sistemi di sicurezza
Bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie e impianti elettrici
20 Gennaio 2022
Controllo accessi specifico per cantieri edili
Il sistema di controllo accessi in cantiere
2 Marzo 2022

Il Decreto Controlli e la figura del “tecnico manutentore qualificato” per la prevenzione incendi

Il 25 settembre 2021 è stato pubblicato il “Decreto Controlli” che definisce e specifica i “Criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio, ai sensi dell’articolo 46, comma 3, lettera a) punto 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”. Leggi qui il documento integrale >>

Il Decreto presenta vari punti salienti ma in questo articolo ci soffermeremo sull’introduzione e definizione della figura del tecnico manutentore qualificato nell’ambito della sicurezza antincendio, che entrerà in vigore dal 22 settembre 2022.

L’art4, comma 1 definisce, infatti che:

“Gli interventi di manutenzione e i controlli sugli impianti e le attrezzature e le altre misure di sicurezza antincendio sono eseguiti da tecnici manutentori qualificati.”

La figura del tecnico manutentore qualificato

Tutte le attività di controllo periodico e gli interventi di manutenzione sugli impianti antincendio dovranno essere svolti da tecnici manutentori qualificati, ovvero solo da personale che ha seguito una specifica formazione e che ha conseguito il titolo a seguito di un esame (scritto, pratico e orale) presso un ente di qualificazione accreditato (IMQ – RINA ecc.).

L’allegato II del “Decreto Controlli” definisce che il tecnico manutentore qualificato per i sistemi di sicurezza antincendio:

  • ha la responsabilità dell’esecuzione della corretta manutenzione degli impianti, delle attrezzature e degli altri sistemi di sicurezza antincendio, in conformità alle disposizioni legislative e regolamentari applicabili, alla regola dell’arte e al manuale d’uso e manutenzione;
  • deve possedere i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi alle attività di manutenzione degli impianti, delle attrezzature e degli altri sistemi di sicurezza antincendio;
  • deve effettuare un percorso di formazione erogato da soggetti formatori, pubblici o privati;
  • deve essere sottoposto alla valutazione dei requisiti.

La valutazione e la conseguente qualifica verrà rilasciata dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco ed avrà valenza nazionale. Per i soggetti che svolgono l’attività di manutenzione da più di 3 anni è possibile richiedere l’accesso diretto alla fase valutativa, senza seguire il corso di formazione.

L’impegno di SEI Sistemi di Sicurezza per il miglioramento della sicurezza antincendio è costante.

ANIE SICUREZZA, associazione di categoria di cui SEI Sistemi di Sicurezza fa parte, è il punto di riferimento per la formazione dei professionisti della sicurezza e organizza sul territorio nazionale corsi di formazione specialistica per gli operatori del settore.

Se vuoi scoprire nel dettaglio come sono formati i nostri tecnici manutentori e il nostro impegno quotidiano nella sicurezza antincendio, collegati qui sul sito ANIE e scopri il programma del corso.

Facebooktwitterlinkedinmail
Francesca Quaggia
Francesca Quaggia
Amministratrice, responsabile marketing e comunicazione, formazione e sicurezza sul lavoro, responsabile infrastruttura aziendale, coordinatrice strategia d’azienda, ricerca nuovi clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.